Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Le notizie

Londra, Chicago, Singapore

Le transazioni globali in immobili commerciali si mantengono superiori alle aspettative nel 3° trimestre del 2013

Le cifre preliminari di Jones Lang LaSalle dimostrano che i volumi degli investimenti diretti hanno raggiunto i 125 miliardi di US$ nel 3° trimestre


​Il mercato immobiliare globale degli immobili commerciali si mantiene superiore alle aspettative nel 2013, come dimostrano le cifre preliminari sui volumi di transazioni nei primi tre trimestri del 2013, che superano del 16% i volumi registrati nello stesso periodo del 2012, in base a una ricerca del dipartimento Capital Markets di Jones Lang LaSalle che interessa 60 paesi e oltre 130 città in tutto il mondo. I volumi preliminari degli investimenti diretti in immobili commerciali nel 3° trimestre del 2013 hanno raggiunto i 125 miliardi di US$, superiori del 3% ai volumi del 2° trimestre del 2013 e del 25% se comparati ai volumi del 3° trimestre del 2012.

I volumi globali a oggi sono risultati superiori ai 100 miliardi di US$ per sei trimestri consecutivi e si prevede che questa tendenza continui anche nel quarto trimestre, tradizionalmente intenso. In vista della tendenza positiva in atto, JLL ha aggiornato da 450-500 miliardi di US$ a 475-500 miliardi di US$ le proprie proiezioni sui volumi di transazioni nel 2013, con risultati finali probabilmente prossimi al limite superiore.

Arthur de Haast, Head of International Capital Group in JLL, ha dichiarato: "I volumi delle transazioni globali continuano a essere positivamente influenzati dagli investitori alla ricerca di opportunità fuori dai rispettivi mercati locali. Con i livelli di interesse per il rischio in miglioramento e un ambiente economico in grado di offrire maggiore sostegno, gli investitori sono più fiduciosi nella ricerca a largo spettro di opportunità sia in termini di aree che di settori.”
Altri indicatori:
• Tutte e tre le regioni sono avanti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con un costante forte interesse per i mercati prime, mentre solo nell'area Asia Pacifico si assiste a una contrazione nel 3° trimestre. Le Americhe hanno visto un aumento del 15% nel volume delle transazioni nel 3° trimestre rispetto al 2° trimestre del 2013, raggiungendo i 60 miliardi di US$ (in crescita del 35% su base annua); anche l'area EMEA ha registrato una forte crescita raggiungendo i 42 miliardi di US$, un incremento nel volume pari al 27% su base annua. L'area Asia Pacifico nel 3° trimestre del 2013 ha assistito a una crescita nei volumi di appena 1% rispetto allo stesso periodo del 2012, raggiungendo i 23 miliardi di US$. Ciò si traduce in una riduzione del 30% dal 2° al 3° trimestre.
• Nel corso di quest'anno, i maggiori paesi continuano ad avere ottime prestazioni: Australia (crescita del 13%), Cina (crescita del 10%), Giappone (crescita del 64%), Stati Uniti (crescita del 21%), Regno Unito (crescita del 10%), Francia (crescita del 24%) e Germania (crescita del 35%); ma gli investimenti stanno sempre più diffondendosi fuori dalle città principali, interessando un numero maggiore di centri regionali e di beni immobili secondari nelle città più grandi.

David Green-Morgan, Head of Global Capital Markets Research di JLL, ha concluso: “Con la U.S. Federal Reserve e altre banche centrali nel mondo disposte a offrire una politica monetaria accomodante almeno per i prossimi trimestri, si riduce la possibilità di maggiori costi di finanziamento. Questo continuerà a sostenere i volumi delle transazioni e, in combinazione con un aumento delle allocazioni istituzionali nel settore, costituisce il motivo per cui siamo fiduciosi che nell'intero anno i volumi si approssimeranno a 500 miliardi di US$ e potrebbero anche superare tale cifra.”
I volumi preliminari dei flussi di capitali globali saranno riportati in evidenza nell'edizione globale di The Investor di JLL, con informazioni aggiornate, personalizzate e multimediali sul mondo degli affari e sulle tendenze del settore nonché approfondimenti dai leader immobiliari. The Investor dispone di una funzione di geolocalizzazione: tramite essa è possibile leggere notizie di carattere globale e contenuto personalizzato sulla base della regione di provenienza, per consentire agli utenti di mantenersi aggiornati sulle transazioni e sulle tendenze importanti per il rispettivo mercato.