Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Le notizie

Londra

Investimenti logistici in EMEA verso un altro anno eccezionale

Secondo JLL, i volumi del primo trimestre si attestano a €4,9 miliardi, in crescita del 25% su base annua


JLL conferma la crescita nel mercato degli investimenti logistici in EMEA nel primo trimestre del 2014. Totalizzando €4,9 miliardi, i volumi hanno segnato una crescita del 25% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. La quota complessiva del settore logistico negli investimenti in immobili commerciali ha continuato a espandersi, salendo al 13% nel primo trimestre 2014 dal 10% complessivo segnato nel 2013, fornendo ulteriori prove del crescente appeal del settore.

Mentre i volumi sono aumentati in tutte le sub-regioni nel primo trimestre 2014 su base annua, la maggior parte delle attività è rimasta concentrata sui mercati core tradizionali. Sia Regno Unito che Germania hanno registrato una significativa crescita nel primo trimestre su base annua (UK: +46% a €1,5 miliardi; Germania: +140% a €1,3 miliardi) sospinta da ulteriori operazioni di portafoglio. Nel frattempo, la mancanza di prodotto prime in Francia, tradizionalmente il terzo mercato core più grande d'Europa, ha comportato un calo negli investimenti rispetto a un primo trimestre 2013 eccezionalmente forte, scendendo a € 230 milioni (-60%).

Una forte concorrenza per singoli immobili e portafogli, insieme a una crescente fiducia, fa sì che il settore stia attirando un più ampio spettro di investitori, alcuni dei quali provenienti da Medio Oriente e Asia. Inoltre, gli investitori sono sempre più alla ricerca di opportunità a più alto rischio. In totale €1,9 miliardi sono stati investiti al di fuori dei tre mercati principali tradizionali (Regno Unito, Germania e Francia) nel primo trimestre del 2014, il 9% in più rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, anche se la quota è rimasta stabile intorno al 40%.

Tom Waite, Head of European Capital Markets di JLL ha affermato: "Questa ulteriore crescita negli investimenti nel settore logistico ed industriale continua a essere alimentata da un elevato volume di capitali. Mentre la tendenza verso l'agglomerazione prosegue, vediamo ancora una forte domanda per opportunità di portafogli e piattaforme; permane comunque un forte interesse per le transazioni relative a singoli asset, con volumi in crescita dell'80% rispetto al primo trimestre del 2013. Tra le principali tendenze emerse all'inizio del 2014 annoveriamo la crescita delle dimensioni medie delle transazioni, un aumento nell'afflusso di capitali globali e il continuo emergere di opportunità al di fuori dei tradizionali tre mercati principali, in particolare nell'Europa centrale e orientale".

Alexandra Tornow, Head of EMEA Logistics & Industrial di JLL, ha aggiunto: "L'ulteriore miglioramento del sentiment economico globale e il cambiamento strutturale in corso nelle supply chain sono di supporto al buono stato di salute dei fondamentali di mercato.  Questo, in combinazione con maggiori afflussi di capitali provenienti da paesi fuori Europa interessati a logistica e attività industriali, consente di prevedere per il 2014 un altro anno di transazioni in crescita, anche se la scarsità di prodotti prime potrebbe stemperare volumi eccezionalmente alti in alcuni mercati".

 

Roberto Piterà, Head of  Logistics & Industrial Group di JLL ha affermato: "Il primo trimestre è stato caratterizzato da una importante operazione di oltre 160m€ che ha permesso di superare il volume complessivo dei due anni precedenti e la media degli ultimi 5. Questa tendenza prosegue dall'ultimo trimestre dello scorso anno e potrà essere rallentata, nel corso dei prossimi mesi, solo dalla mancanza di prodotto di qualità. Questo ritorno di interesse da parte dei grandi investitori internazionali è focalizzato  primariamente su: buone location, ottima qualità del prodotto e grossi volumi (>50m€), ad oggi il mercato rischia di non riuscire ad esprimere un'adeguata e pronta risposta in termini di offerta esistente. Crediamo che questo elemento possa costituire un importante incentivo alla ripresa degli sviluppi."