Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Le notizie

Londra

L’aumento di spazi destinati al food & beverage nei centri commerciali indica il ruolo sempre più rilevante del segmento, secondo JLL


Negli ultimi dieci anni, secondo una ricerca condotta da JLL, gli operatori di food & beverage (F&B)  hanno raddoppiato la superficie occupata nei centri commerciali, passando dal 7% al 15%.

In tutta Europa la ristorazione nei centri commerciali rappresenta attualmente il 15% della GLA totale (superficie lorda affittabile). JLL prevede che questa percentuale possa aumentare almeno sino al 20% nei prossimi dieci anni.

E' ormai universalmente riconosciuto che il segmento food sia un ingrediente chiave nell'incoraggiare il tempo di permanenza nei centri commerciali. I numeri dimostrano che quei clienti che consumano cibo durante una visita al centro trascorrono in media 27 minuti in più all'interno del centro stesso e spendono il 18% in più in acquisti totali.*

La tendenza alla cosiddetta 'gourmetizzazione'** del cibo e la ricerca di nuove esperienze sono ritenute le ragioni dell'ascesa del F&B all'interno del settore retail. JLL prevede, inoltre, che ci sarà una maggiore domanda di operatori food Asiatici, dovuta alla necessità per i centri commerciali di soddisfare nuovi clienti provenienti dalla Cina e da altri mercati dell'area Asia-Pacifico, che hanno notevolmente ampliato il loro raggio di viaggi all'estero. Il Regno Unito in particolare può aspettarsi un incremento nel numero di visitatori cinesi a seguito della recente semplificazione nel rilascio dei visti d'ingresso nel paese.

Jonathan Doughty, MD di Coverpoint, la società di consulenza per la ristorazione del Gruppo JLL, commenta: "In un nuovo mondo online l'esperienza è sovrana e la gastronomia sarà il collante sociale che unirà gli spazi retail del futuro. L'aumento delle vendite online significa che i consumatori cercano esperienze leisure e culinarie nelle loro visite nei centri commerciali, esperienze ancora impossibili da fare on-line. Una offerta ben strutturata e complementare di dining & drinking può portare diversità e vitalità ai principali mercati in tutto il mondo e spesso può migliorare notevolmente l'esperienza di shopping e aumentare i tempi di permanenza dei consumatori, oltre ad offrire loro una ragione per tornare. Si prevede che questa tendenza sia destinata ad aumentare."

Questa tendenza rappresenta un'opportunità per investitori, retailer e proprietari. Robert Bonwell, EMEA CEO del Dipartimento Retail di JLL, aggiunge: "Il contesto retail attuale si gioca tra presenza fisica e presenza online. Tuttavia, la crescita del segmento food & beverage evidenzia una grande opportunità per quei ristoranti e per altri operatori food che sono in grado di attingere alle nuove tendenze culinarie e di leisure."