Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Le notizie

Milano

I rendimenti attesi migliorano – ma gli investitori rimangono ancora prudenti

Buone le prospettive di medio periodo


Milano, 23 Novembre 2009 – Per la prima volta da giugno 2007, si è  registrata una inversione di tendenza nel mercato con una crescente fiducia tra gli investitori come dimostrato dal calo dei rendimenti attesi, secondo l’ultimo sondaggio Hotel Investor Sentiment Survey (HISS) di Jones Lang LaSalle Hotels.
 
Secondo Roberto Galano, Executive Vice President di Jones Lang LaSalle Hotels in Italia: ”In quest’ultimo sondaggio si evince come gli investitori si aspettino un miglioramento delle performance degli hotel nel medio termine.  Nonostante le aspettative per il breve termine siano rimaste negative, il peso di queste ultime si è dimezzato. Ciò sta a significare che gli investitori riescono ad intravedere i segnali di una ripresa che si sta gradualmente materializzando.”
 
La crescita delle performance attese si registra soprattutto nelle principali città Europee, soprattutto a Londra.  La capitale britannica è l’unica città nella quale gli investitori si aspettano un miglioramento delle performance sia nel breve che nel medio periodo.  Un sensibile peggioramento delle performance attese nel breve periodo si è invece registrato in tutte le città Europee e del Medio Oriente, con le aspettative peggiori concentrate nelle città dell’Est Europa e nel resto del Regno Unito.
 
Una contrazione dei rendimenti attesi si è registrata in quasi tutte le città incluse nel sondaggio, il che potrebbe essere un’ulteriore indicazione che il “sentiment” stia migliorando. I rendimenti attesi più bassi si sono registrati nelle principali città Europee quali Parigi, Monaco, Roma e Londra. In particolare, tutte le città tedesche analizzate, con rendimenti medi attesi intorno al 7,6%, mostrano una certa fiducia degli investitori nelle prospettive future del mercato tedesco.
 
Continua Galano: ”La contrazione dei rendimenti non è, tuttavia, destinata a durare, dato che molti investitori riportano invece un’aspettativa di peggioramento nei prossimi sei mesi.  Un gran numero di hotel ha subito un forte calo di fatturato e di conseguenza ha avuto serie difficoltà ad onorare il pagamento dei finanziamenti. Un numero crescente di hotel potrebbe quindi essere messo sul mercato nel breve-medio periodo, con conseguente spinta verso l’alto dei rendimenti.  Solamente a Londra e Parigi ci si aspetta che la contrazione dei rendimenti continui.”
 
Commenta Galano: “E’ interessante notare come, nonostante gli investitori mostrino una crescente fiducia, non abbiamo ancora modificato le loro intenzioni che sono rimaste invariate sostanzialmente rispetto ad aprile 2009. L’intenzione predominante è quella di non vendere finchè le condizioni di mercato rimangono instabili. Poi si nota un’intenzione di acquistare, che è leggermente cresciuta in tutta Europa.  Complessivamente, Parigi, Londra e Monaco di Baviera sono le città su cui si concentrano maggiormente le intenzioni di acquisto da parte degli investitori attivi sul mercato.”