Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Le notizie

Londra

I Big 5 registrano l’80% degli Investimenti nel settore Retail in Europa nel Q1 2010

Jones Lang LaSalle consulente nel 50% delle transazioni retail in Europa Continentale*


Londra, 03 maggio 2010 – Il volume degli investimenti diretti registrato in Europa nel settore retail durante il primo trimestre 2010 è stato di €5.4mld**, più del doppio rispetto a quello del Q1 2009. Come anticipato da Jones Lang LaSalle nel report “The Big 5”, i mercati europei più importanti (UK, Francia, Germania, Italia e Spagna) continuano ad attirare l’interesse degli investitori, con volumi che rappresentano più dell’80% del totale delle transazioni registrate in Europa.   
 
Jeremy Eddy, Head of EMEA Retail Capital Markets, ha commentato: “L’attività di investimento nel settore retail è ripartita in modo importante dall’inizio dell’anno e siamo orgogliosi di avere avuto un ruolo significativo in questa ripresa. Gli investitori sono rimasti a galla grazie alla crescente disponibilità di equity e al miglioramento dell’attività di finanziamento, oltre alla stabilizzazione del mercato degli utilizzatori. L’interesse è rimasto geograficamente focalizzato sui 5 grandi mercati e, mentre nel 2009 gli investitori hanno trovato conforto negli investimenti nazionali, oggi assistiamo ad una ripresa importante dell’attenzione nei confronti delle transazioni cross-border. Allo stesso modo il focus sul prodotto, che inizialmente si concentrava quasi esclusivamente su asset prime e high street, si sta ora allargando e pensiamo che possa rinnovarsi l’interesse verso i retail park ed i più tradizionali progetti ancorati da super ed ipermercati.”
 
Continua Eddy: “Jones Lang LaSalle continua ad assistere i clienti nella compravendita di prodotti di alta qualità, in un mercato nel quale il reale valore degli asset rimane poco chiaro e ci aspettiamo che i volumi d’investimento continuino a migliorare nel corso dell’anno, grazie anche ad una pipeline di operazioni importanti nei mercati di Francia, Spagna e Germania.” 

La Germania si è distinta come il mercato più attivo nel primo trimestre, con transazioni per €2.3mld, sorpassando il Regno Unito (€1.4mld) per la prima volta negli ultimi 10 anni. Nel Q1 2010, Jones Lang LaSalle è stata consulente per il 50% circa del volume delle transazioni nel settore retail in Europa Continentale, inclusa l’acquisizione da parte di Corio del portfolio Multi in Germania, Spagna e Portogallo, l’acquisizione da parte di Union Investment dell’Alexa Shopping Centre a Berlino e l’acquisizione da parte di Allianz dell’Allee Shopping Centre a Budapest. 

Nel Q1 2010 i centri commerciali sono stati i dominatori delle transazioni nel settore retail, registrando €4.1mld, l’80% circa del volume totale a livello europeo. Questo risultato è stato raggiunto grazie al ritorno sul mercato dei principali investitori istituzionali, dei fondi e delle property company, che hanno passato la maggior parte del 2009 raccogliendo finanziamenti e concentrandosi sui propri asset. La loro attenzione si concentra soprattutto sui più importanti centri commerciali prime. La diminuzione del numero dei deal (nonostante il forte aumento dei volumi) fornisce un’ulteriore prova dei maggiori volumi delle transazioni e dell’attenzione verso i centri commerciali. 94 transazioni sono state concluse nel Q1 2010, -11% rispetto al Q4 2009, con un valore medio per transazione in aumento dai €42mln nel Q4 2009 ai €57mln nel Q1 2010. Sono state registrate 10 operazioni superiori ai €100mln, un valore ben più alto della media trimestrale degli ultimi due anni, pari a 6 operazioni.     
 
Corio ha registrato più di un quarto del volume degli investimenti, in parte a causa del Multi Portfolio ma anche per via dell’acquisto del centro commerciale Le Vele in Italia, da Schoders’ European Property Fund 1, per €103mln, e del forward funding di Le Moulin de Nailloux in Francia per €44mln. Di conseguenza i REITs quotati sono stati i principali acquirenti nel primo trimestre, mentre gli Sviluppatori/Property Company sono stati i principali venditori, registrando più del 50% delle vendite totali in un ampio numero di paesi.

Dice Davide Dalmiglio, Head of Retail Capital Markets per Jones Lang LaSalle Italia: “Per quanto riguarda il nostro paese, notiamo come l’attenzione degli investitori internazionali stia crescendo nei confronti dei centri commerciali italiani, soprattutto quelli che possiedono solide ancore e livelli di canoni sostenibili. Questi ultimi costituiscono il principale driver di tutte le decisioni d'investimento dei fondi. La mancanza di prodotto di qualità in vendita rappresenta ancora una costante, che certamente continuerà ad influenzare il mercato italiano per tutto il 2010.”   
– fine –
 
Note per i Redattori

Questa ricerca prende in esame tutte le vendite di centri commerciali, retail park e factory outlet centre registrate in Europa. La nostra analisi non include le high street ed ogni operazione di investimento con valore inferiore ai €5mln.

*La nostra analisi del segmento “Europa Continentale” non include i mercati UK & Irlanda.

** I dati relativi al Q1 2010 comprendono l’acquisizione completa da parte di Corio del Multi Portfolio, il quale includeva alcune opportunità di sviluppo in Germania.